Direttore responsabile Maurizio Pizzuto
Chinese (Traditional) English French German Italian Romanian Russian Spanish
rss feed
PPN widget
lun, 24 lug  2017 
time
12:43
  > TUTTE LE NEWS
 
 
Roma - “Molte città del Nord Italia stanno chiudendo parchi, dichiarando vere e proprie guerre alla zanzara tigre , addirittura promuovendo creme e repellenti, ma c’è una cosa importante da fare ed è quella di utilizzare prodotti che siano in grado di intervenire quando la zanzara non si è formata ancora ed è in fase larvale, altrimenti sarà solo una continua rincorsa. Invece credo ci sia bisogno di prodotti, ad impatto ambientale zero, da iniettare nei corsi d’acqua, dove si formano le larve, in grado di evitare la schiusa delle larve e la nascita della zanzara. Purtroppo ad oggi nonostante gli appelli non abbiamo avuto contatti con le istituzioni italiane”. Lo ha affermato l’imprenditore inglese Stanley Miller che in questi giorni sta girando l’Italia ed il mondo per incontrare giornalisti ma anche gente comune e giovani, spiegando loro cosa stia accadendo in altri Paesi con Malaria e Dengue. 
 
Roma - Sandoz, divisione del gruppo Novartis, pioniere e leader a livello globale nel settore dei farmaci biosimilari, annuncia oggi che la Commissione Europea (EC) ha approvato Rixathon® (rituximab biosimilare) per l’utilizzo in Europa†. Rixathon® è stato approvato per le stesse indicazioni terapeutiche del farmaco di riferimento, MabThera®‡ 2,3. “L’approvazione di oggi di Rixathon® è una grande vittoria per i pazienti europei affetti da malattie immunologiche e tumori ematici, perchè amplierà l’accesso ai trattamenti con farmaci biologici. Inoltre consentirà ai sistemi sanitari di liberare risorse da utilizzare in altre aree di grande bisogno, in particolare nell’ambito delle terapie innovative ”, dice Carol Lynch, Global Head, Biopharmaceuticals, Sandoz.
 
Roma - Il rumore del traffico aumenterebbe il rischio di malattie cardiovascolari e di diabete, stando ai risultati di uno studio presentato martedì a Zurigo in occasione di un congresso sul tema. Emerge, tra l’altro, che la probabilità di morire d’infarto aumenta del 4% ogni 10 decibel in più. Particolarmente critico è il frastuono notturno, che altera la qualità del riposo, ma anche emissioni inferiori ai livelli attualmente considerati accettabili possono avere ripercussioni negative sulla salute.
 
Roma - Che il particolato atmosferico – l’insieme di polveri o particelle solido-liquide sospese nell’aria - abbia effetti dannosi per la salute umana è cosa nota: per questo motivo, nella comunità scientifica internazionale, il potenziale ossidativo è sempre più studiato come indicatore di rischio. Ora uno studio condotto da un gruppo di ricerca dell’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima del Consiglio nazionale delle ricerche (Isac-Cnr) di Lecce dimostra come il potenziale stress ossidativo vari a seconda della composizione chimico-fisica e delle sorgenti del particolato stesso: la tossicità per la salute umana dipenderebbe sensibilmente, quindi, dalla ‘qualità’ del particolato più che dalla sua concentrazione.