Direttore responsabile Maurizio Pizzuto
Chinese (Traditional) English French German Italian Romanian Russian Spanish
rss feed
PPN widget
lun, 24 apr  2017 
time
15:27
  > TUTTE LE NEWS
 
NEWS PPN  
Spo - Scherma, il 2° Torneo Internazionale ‘Alpe Adria’ va in scena a Udine
Roma, 11 gen (Prima Pagina News) Saranno circa 200 i giovanissimi atleti (dagli 8 ai 14 anni) protagonisti della seconda edizione del Torneo Internazionale ‘Alpe Adria’, competizione che vedrà arrivare a Udine schermidori provenienti da tutta Italia, ma anche da Austria, Slovenia, Croazia e Repubblica Ceca. Una tre giorni che darà spazio anche allo sport integrato. L’appuntamento è fissato, dal 13 al 15 gennaio, al palazzetto dello Sport dell’Asu – Associazione Sportiva Udinese – (via Lodi 1, Udine) che organizza l’evento. Una madrina d’eccezione Sarà un fine settimana ricco di gare, con una madrina d’eccezione, Stefania Vergente: un’atleta friulana, cresciuta proprio nelle palestre dell’Asu, e che vanta una ricca carriera sportiva della quale, non potendo citare tutti i titoli, si ricordano le medaglie d’oro ai campionati italiani nel ’94, ’95 e ’98, e una coppa del mondo nel ‘97. In occasione della conferenza stampa che si è svolta a Udine, l’11 gennaio – presenti anche l’assessore allo Sport, all'Educazione e agli Stili di Vita del Comune di Udine, Raffaella Basana, Alessandro Nutta, presidente Asu, Fabio Zannier e Silvia Serrenti, allenatori di scherma all’Asu e fra i promotori e organizzatori dell’evento – Vergente ha ricordato come: «Felice e orgogliosa di essere stata chiamata dall’Asu in quest’occasione - società con cui sono sportivamente cresciuta e maturata ottenendo molti risultati - non mi resta che complimentarmi per la bella iniziativa e fare l’ ‘in bocca al lupo’ a tutti i piccoli atleti che saranno protagonisti del fine settimana». Spazio allo sport integrato Il Torneo Internazionale prenderà il via venerdì 13 gennaio. In pedana, per primi, i giovanissimi del 2007 e 2008 che si ‘affronteranno’ a partire dalle 16. Esordienti assoluti (prime lame), i piccoli avranno un solo compito: quello di divertirsi, questa prima giornata, infatti, prevede solo gare non competitive. Dalle 16.30 è invece in programma una seconda gara, questa volta integrata: protagonisti, in un match a coppie, i disabili intellettivi che da anni si allenano al palazzetto di via Lodi. Un incontro molto sentito e voluto dall’Associazione sportiva Udinese che da sempre crede nello sport come veicolo di promozione sociale e di lotta all’esclusione: «La possibilità di gestire un evento in maniera integrata e inclusiva è per noi motivo di orgoglio - spiega il presidente Asu, Alessandro Nutta -. (segue)

(PPN) 11 gen 2017  20:40