Direttore responsabile Maurizio Pizzuto
Chinese (Traditional) English French German Italian Romanian Russian Spanish
rss feed
PPN widget
ven, 28 apr  2017 
time
04:33
NEWS PPN  
Lz - Crisi Ecotech di Fiumicino, svolta positiva, riassunti 63 dei 90 operai licenziati.
Roma, 11 gen (Prima Pagina News) “Stiamo seguendo passo passo la vicenda che riguarda i 90 lavoratori della Ecotech, società che fornisce servizi di pulizia per conto degli handler a bordo degli aerei - aveva dichiarato 48 ore fa il Sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, e aggiungeva: “A questo proposito abbiamo sentito più volte tutte le parti in causa per tentare uno sforzo congiunto al fine di risolvere definitivamente il problema di questi lavoratori. Sono fiducioso che, nei prossimi giorni, si creeranno tutte le condizioni per la soluzione positiva di questa vertenza". Il sindaco Montino aveva visto bene. La notizia della “crisi superata” è appena arrivata infatti nelle redazioni giornalistiche , sollevando commenti pieni di entusiasmo da parte dei diretti interessati, ma anche di nuove attese e di nuove speranze da parte dei meno fortunati. Dei 90 operai licenziati, 63 infatti sono stati riassunti. Sono i lavoratori che effettuavano il servizio di pulizie a bordo degli aerei nell'aeroporto di Fiumicino. Bisognerà ora capire quale sarà la sorte dei restanti 27 dipendenti. Nei giorni scorsi a portare la propria solidarietà agli operai colpiti dal provvedimento di licenziamento era stata anche il vicesindaco di Fiumicino, Anna Maria Anselmi, insieme al delegato al Lavoro del Comune di Fiumicino Piero Amati: “Siamo vicini ai 90 lavoratori della società Ecotech, che opera presso l’aeroporto di Fiumicino nel settore delle pulizie, licenziati in tronco proprio durante le festività natalizie- aveva ripetuto Anna Maria Anselmi- Si tratta dell’ennesimo caso di crisi occupazionale grave all’interno dello scalo. Siamo fortemente preoccupati per quanto sta accadendo e per posti di lavoro persi da tante persone, moltissime delle quali appartenenti al nostro territorio. Torniamo a sottolineare l’importanza della creazione di un bacino in cui i dipendenti rimasti senza lavoro finiscano per poi essere reimpiegati, e ribadiamo che gli avvicendamenti societari non devono compiersi a scapito di chi presta il proprio servizio all’interno dell’Aeroporto”.Tra ieri e oggi i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto aereo hanno firmato tre diversi accordi con le società GH Acs, On Board srl e LP in applicazione della clausola sociale. Nello specifico, secondo quanto si legge nell'accordo firmato ieri, 35 lavoratori sono stati assunti da GH: 20 risorse a 4 ore giornaliere su 5 giorni alla settimana, 10 a 8 ore per 5 giorni a settimana dal 1 maggio al 31 ottobre e 4 ore su 5 giorni a settimana dal 15 dicembre al 15 gennaio. Le altre 5 risorse lavoreranno 5 ore al giorno su 5 giorni a settimana dal 1 maggio al 31 ottobre e 4 ore su cinque giorni a settimana dal 1 novembre al 30 aprile. Altri due accordi sono stati siglati questa mattina dai sindacati con le società Lp, che assumerà 17 lavoratori, e On Board, che ne assorbirà 11. Anche in questo caso gli accordi prevedono diversi profili d'orario. Secondo quanto riferito dai sindacati, On Board che opera anche nel servizio di catering ha aderito al contratto assohandlers firmando con i sindacati il rispetto delle clausole sociali. Secondo quanto si legge nel documento sindacale, “il personale reintegrato è stato individuato nel rispetto del Contratto nazionale del lavoro per il Trasporto aereo: fascia anagrafica, figura professionale, anzianità convenzionale aziendale. Qualora i lavoratori individuati rinunciassero all'assunzione, l'azienda procederà alla sostituzione attingendo dalla lista relativa alla fascia d'età di appartenenza dei lavoratori da sostituire”. Al momento i sindacati riferiscono che “attraverso il committente Aviapartner sta proseguendo il lavoro per ricollocare i 27 lavoratori" licenziati da Ecotech lo scorso dicembre e ancora non reintegrati”.Non tutto insomma è perduto, anzi pare di capire che l’impegno delle parti interessate alla vertenza sia tale da garantire anche chi oggi è rimasto fuori dalle nuove assunzioni. Ma capiremo meglio nelle prossime ore.

(Luigi Aiello) 11 gen 2017  18:36