Spetcul - Mostre, "Buon compleanno Carlo Emanuele" (2)
Roma - 11 gen (Prima Pagina News) Per ritornarne in possesso, Testa di ferro si insinua nella politica internazionale, dominata da Francia e Spagna. Dopo aver guidato alla vittoria l’esercito spagnolo nella battaglia di San Quintino (1557), il duca accetta la pace stabilita a Cateau-Cambresis nel 1559 in cui gli vengono restituiti i territori a patto che si unisca in matrimonio con la figlia del re Francesco I. Da queste nozze nasce Carlo Emanuele I, uno dei sovrani più straordinari della sua epoca. Ambizioso, colto, amante delle lettere, delle arti e delle scienze, il giovane duca – in continuità con le scelte del padre che nel 1563 aveva trasferito la capitale sabauda da Chambéry a Torino – si prodiga per un importante rinnovamento culturale e artistico della città. Eredita da Emanuele Filiberto la visione strategica e l’attitudine militare; dalla madre, Margherita di Valois, l’attenzione per la cultura e il gusto del bello. La moglie, Caterina Micaela d’Asburgo Infanta di Spagna, contribuisce ad ampliare i suoi orizzonti portando a corte la cultura spagnola.

(PPN) 11 gen 2017  18:10