Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
#Covid-19, Fond. Gimbe: contagi in aumento del 15%, ricoveri al +9,8%, attendiamo piano invernale governo
Cartabellotta: 'I dati confermano una diffusa ripresa della circolazione virale, peraltro sottostimata per il largo utilizzo diffuso di tamponi fai-da-te'. Quarte dosi vaccino in calo dell'11,9%.
(Prima Pagina News)
Lunedì 21 Novembre 2022
Roma - 21 nov 2022 (Prima Pagina News)
Cartabellotta: 'I dati confermano una diffusa ripresa della circolazione virale, peraltro sottostimata per il largo utilizzo diffuso di tamponi fai-da-te'. Quarte dosi vaccino in calo dell'11,9%.
Nel corso degli ultimi sette giorni, in Italia è stato registrato un aumento dei contagi da Covid-19 pari al 15%, e sono aumentati anche i ricoveri, sia nei reparti ordinari (+9,8%) sia in quelli di terapia intensiva (+21,7%).

E' quanto emerge dall'ultimo monitoraggio condotto dalla Fondazione Gimbe, che segnala che in contemporanea si assiste alla riduzione della somministrazione della quarta dose di vaccino, che in 7 giorni è calata dell'11,9%.

Nello specifico, dall'11 al 17 novembre i contagi sono passati da 108mila a 208mila, in aumento del 15%, nonostante i decessi siano scesi lievemente, attestandosi a 533 unità (-2,9%). A oggi, i positivi sono 452.895 (la settimana precedente erano 418.554), mentre le persone in quarantena sono 445.667 (la settimana precedente erano 411.995).

Vista la "diffusa ripresa della circolazione del virus, si attende al più presto dall'esecutivo un piano per la stagione invernale", ha dichiarato il Presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta.

"Anche se al momento è impossibile fare previsioni sugli scenari futuri, i dati confermano una diffusa ripresa della circolazione virale, peraltro sottostimata per il largo utilizzo diffuso di tamponi fai-da-te, di cui s'intravede già un impatto iniziale sui ricoveri in area medica e in terapia intensiva. Al tempo stesso assistiamo a un calo delle somministrazioni delle quarte dosi per anziani e fragili. Con l'arrivo dei mesi freddi e la permanenza al chiuso, anche senza considerare l'eventuale emergenza di varianti in grado di scalzare Omicron5, la circolazione virale è destinata ad aumentare. E al momento, nonostante le recenti rassicurazioni del ministro Schillaci alla Camera, ad oggi tutte le azioni di discontinuità del governo Meloni sono andate nella direzione opposta a quella suggerita dalle autorità internazionali di salute pubblica: ovvero essere preparati e pronti per affrontare eventuali nuove ondate. Si attende pertanto al più presto dall'esecutivo il piano di preparedeness per la stagione invernale", ha detto Cartabellotta.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

#Covid-19
Fondazione Gimbe
PPN
Prima Pagina News

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU