Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Patto anti-inflazione: c'è il sì delle industrie. Urso: "Il paniere tricolore sarà davvero tale"
Il Ministro delle Imprese e del Made in Italy: "E' il colpo definitivo contro l'inflazione".
(Prima Pagina News)
Venerdì 08 Settembre 2023
Roma - 08 set 2023 (Prima Pagina News)
Il Ministro delle Imprese e del Made in Italy: "E' il colpo definitivo contro l'inflazione".
Dopo una trattativa durata mesi, le industrie dicono sì al patto sul trimestre anti-inflazione, per vendere una serie di prodotti del carrello della spesa a prezzi ribassati o calmierati dal 1 ottobre al 31 dicembre. Le associazioni del commercio, che firmeranno il patto, e quelle della produzione, si sono riunite e hanno inviato lettere d'intenti al Ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, che oggi ha incontrato in videoconferenza i vertici di Unione Italiana Food, Centromarca, Federalimentare e Ibc, incontro che ha sbloccato l'accordo. 

"Il paniere tricolore sarà davvero tale, tutti insieme, uniti e in campo", ha detto Urso. Nel corso dell'incontro, i vertici di Unione Italiana Food, Centromarca, Federalimentare e Ibc, gli hanno presentato una lettera d'intenti, in cui si impegnano a chiedere alle imprese associate di "valutare, nel rispetto della libera concorrenza e della strategia di ciascuna impresa e su base volontaria, di sviluppare iniziative di politica commerciale tese a contrastare l'inflazione".

Anche Confartigianato, Cna e Casartigiani hanno inviato al Ministro delle Imprese e del Made in Italy una lettera d'intenti, in cui riaffermano il proprio impegno a ribassare i prezzi.

Le associazioni dei consumatori che prendono parte alla Commissione di allerta rapida sui prezzi, invece, hanno inviato una lettera al sottosegretario Massimo Bitonci, con l'intento di chiedere che venga indetta con urgenza una riunione del Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti.

Le associazioni segnalano di non essere state coinvolte nel patto, e chiedono che il suo andamento sia controllato da osservatori territoriali, oltre all'adozione di misure strutturali per fronteggiare il caro-vita.

"La lotta all'inflazione e la tutela del potere d'acquisito delle famiglie è una priorità per il tessuto industriale del Paese", evidenziano Francesco Mutti e Flavio Ferretti, presidenti, rispettivamente, di Centromarca e Ibc, in seguito al raggiungimento dell'accordo.

"Faremo la nostra parte nei confronti dei consumatori italiani", ha commentato il Presidente di Unione Italiana Food, Paolo Barilla. Il Presidente di Federalimentare, Paolo Mascarino, invece, ricorda i "fortissimi aumenti" del costo delle materie prime, dell'energia e degli imballaggi.

I presidente di Coop, Marco Pedroni, e di Federdistribuzione, Carlo Alberto Buttarelli, si sono detti soddisfatti per aver aderito al patto, anche se ritengono che l'adesione sia "tardiva", e hanno espresso l'auspicio che i listini vengano ridotti.

Intanto, il tempo a disposizione è poco: entro poco più di 20 giorni, le imprese dovranno definire le iniziative promozionali, che possono essere intraprese in modalità flessibile. Inoltre, entro il 23 settembre, le associazioni dovranno comunicare al Mimit l'elenco delle aziende aderenti al patto, che potranno essere riconosciute dal bollino tricolore recante la scritta "Trimestre anti-inflazione", esposto in vetrina.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

industrie
Patto anti-inflazione
PPN
Prima Pagina News

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU