Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Addio all'ex Ministro dell'Interno, Roberto Maroni
Il decesso è stato annunciato dalla famiglia su Facebook. Salvini, 'grande segretario, super ministro, ottimo governatore, leghista sempre e per sempre'.
(Prima Pagina News)
Martedì 22 Novembre 2022
Varese - 22 nov 2022 (Prima Pagina News)
Il decesso è stato annunciato dalla famiglia su Facebook. Salvini, 'grande segretario, super ministro, ottimo governatore, leghista sempre e per sempre'.
E' deceduto questa notte a Lozza, nel Varesotto, dopo una grave malattia, l'ex Ministro dell'Interno Roberto Maroni. Ad annunciarne la morte è stata la sua famiglia, con un post su Facebook: 'Questa notte alle ore 4 il nostro caro Bobo ci ha lasciati. A chi gli chiedeva come stava, anche negli ultimi istanti, ha sempre risposto: 'Bene'. Eri così Bobo, un inguaribile ottimista. Sei stato un grande marito, padre e amico'.

67 anni, Maroni era nato a Varese il 15 marzo del 1955. Sposato e con due figli, era laureato in giurisprudenza e aveva esercitato la professione di avvocato e responsabile legale della sede italiana di una multinazionale americana.

Nel 1979 incontrò per la prima volta il futuro fondatore della Lega, Umberto Bossi. Da quel momento, la politica divenne la sua passione primaria e il suo lavoro. 'Se lui - Bossi - è il papà della Lega, io ne sono la mamma', diceva.

Di ispirazione federalista e non secessionista, moderato e appassionato allo stesso tempo, aperto all'ascolto e contrario a chiusure che ricordino le caste, nella sua ultima intervista, rilasciata al Corriere della Sera, Maroni si era definito 'un sognatore', poichè non c'erano soltanto i 'vaffa', ma 'un sogno, cioè un progetto realizzabile a differenza dell'utopia', ed ebbe rapporti non sempre facili sia con Bossi sia con l'attuale Segretario del Carroccio, Matteo Salvini.

Nel 1992, Maroni fu tra i primi 80 militanti della Lega eletti in Parlamento. Due anni dopo, nel primo Governo Berlusconi, fu nominato Vicepremier e Ministro dell'Interno. Nel 2001, sempre sotto Berlusconi, divenne Ministro del Lavoro e nel 2008 fu nuovamente Ministro dell'Interno nel Governo Berlusconi IV. La sua carriera istituzionale terminò con la nomina a Governatore della Lombardia, ruolo che coprì dal 2013 al 2018.

Dopo aver annunciato la sua candidatura come Sindaco di Varese, lo scorso anno, fu costretto a ritirarsi dalla competizione elettorale a causa della malattia.

Numerosi i messaggi di cordoglio per la sua scomparsa. "Grande segretario, super ministro, ottimo governatore, leghista sempre e per sempre. Buon vento Roberto", è il messaggio divulgato tramite i social da Matteo Salvini. Il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, ha inviato un messaggio di condoglianze alla famiglia.

Commosso, invece, il Ministro dell'Economia Giancarlo Giorgietti, che nel corso della conferenza stampa sulla manovra ha ricordato Maroni chiamandolo con il suo soprannome, 'Bobo'. Il bonus rinnovato, presente nella manovra, che prevede un aumento del 10% per le persone che restano a lavorare pur essendo in età da pensione, ha detto Giorgetti, 'è opera sua, non mia'.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

morte
PPN
Prima Pagina News
Roberto Maroni

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU